martedì 27 novembre 2007

Make a Windows executable out of a Perl script (micro HOWTO)





You will need:
What to do:
  • pp -o myProgram.exe myProgram.pl
  • Test myProgram.exe from the command line to catch any error;
  • if it complains about missing modules, re-run pp with -M Missing::Module or add use Missing::Module; on top of your Perl script.
  • Test again: is it all ok? Well, if yours is a GUI program, you definitely don’t want a text console, so use the -g option:
    pp -g -o pdf2xls.exe pdf2xls.pl
Enjoy:
  • Your .exe is ready now! It embeds a Perl interpreter and all the required modules so it doesn’t need anything on the target machine. Check PAR::Packer documentation if you prefer the Perl interpreter as a DLL.
Copyright:
Conclusions:
  • “Compiling” a Perl program into an executable makes deployment easier: to the end user there are no “software requirements”, and there’s no need to deal with Control Panel, Registry or file type associations if you want to get rid of that ugly, useless text console which pops up behind your fancy GUI application ;-)

sabato 24 novembre 2007

Quando la forma è brillante, il contenuto non serve #2

t-shirt: a boy pushing a girl through a window t-shirt: boys are stupid... thow rocks at them

Clicca sulle foto per saperne di più. Qui c’è una bella sintesi. Controversia vecchia di anni, che potrebbe tornare d’attualità nelle prossime ventiquattro ore.

venerdì 23 novembre 2007

Sviluppo di applicazioni per la piccola impresa

# clean up this garbage....
$line =~ s/Totale Assenze.*$//;
$line =~ s/OL ore lavorate.*$//;
$line =~ s/PR permesso retribui.*$//;
$line =~ s/GG\. lavorati.*$//;
$line =~ s/OS ore standard.*$//;
$line =~ s/Eccedenti totali.*$//;

giovedì 22 novembre 2007

The Strange Atari-ness of Italian Televideo

Italian Televideo

(Link).

lunedì 19 novembre 2007

Ma però state attenti

«Nei libri che lei non ha letto»

MRWHOOPEE79 (1 month ago)
si, questo pezzo poi è l'incontro simbolico di due ideologie italiane ancora attuali, dove si vede il qualunquismo, l'ipocrisia e l'ignoranza da una parte e la voglia di combattere nonostante tutta la delusione di come è ridotta la società dall'altra..
Commenti ad un brano di «Ferie d’agosto» (Paolo Virzì, 1995)
Io direi: la noncuranza materiale degli uni e la spocchia intellettuale degli altri. Almeno la famiglia di destra non fa rivoltare il Poeta nella tomba con uno schiamazzo, se possibile, più insolente d’una barca a motore (per di più a due metri dalla riva). Chi ha letto Ossi di seppia prima di vedere il film può capire come ci si sente a guardare un personaggio del genere svolgere il ruolo della persona di buone letture. Grande pellicola, grandi attori, Virzì e Orlando come Luigi Zampa e Alberto Sordi a raccontare senza pietà la debolezza degli uomini. Poi ce li voglio vedere, dodici anni dopo, tutti in fila per l’ultimo iPhone.

mercoledì 14 novembre 2007

Purtroppo non è streamable su last.fm

Ascolto tanti musicisti ma i chitarristi sono quelli che ascolto di meno. C’è chi me lo rimprovera e potrei replicare spiattellandogli la biografia di Pat Metheny. La chitarra sembra dire al mondo che il jazz dev’essere latino. Il problema è che per il contrabbasso non credo di avere mai avuto il physique du rôle. Leziosaggini da musicista da camera sono dietro l’angolo in ogni momento: ma come puoi negare il fascino benché mellifluo dal sassofono a collo dritto? È sufficiente un arpeggio a far spiccare in volo The rains have failed again cantata da Sarah Jane Morris.

Quando la forma è brillante, il contenuto non serve

Più che sospingere le ragazze dal paganesimo al cattolicesimo, questa recensione spinge i ragazzi dall’agnosticismo all’ateismo (di Stato: così nessuno darà loro dei “relativisti”).

lunedì 12 novembre 2007

Un popolo di puzzoni delinquenti

È avvilente che le libertà in rete siano difese da un personaggio del genere. Qualunque cosa si pensi di Emma Bonino, cosa avrebbe dovuto dire (un anno fa) se non «benvenuti nell’Unione Europea»? «Siete un popolo di puzzoni delinquenti»? Si può discutere all’infinito dell’eccessivo allargamento della UE (e del fatto che sarebbe stato preferibile puntare su una maggiore integrazione di chi c’era già). Argomenti comunque troppo seriosi per il comico e troppo raffinati per l’arruffapopolo.

venerdì 9 novembre 2007

Anniversarî

centrale nucleareFrancesco Giavazzi
Image source 1: globalsecurity.org; image source 2: Schumpeter seminars, hu-berln.de (HEAVY page to load!)

Le università di mezzo mondo pullulano di gente che è contraria al nucleare, all’ingegneria genetica, al libero mercato, o al fatto che il proprio paese disponga di un esercito. Quindi i fisici nucleari si vedono costretti a convincerti che le centrali a fissione abbiano un che di progressista, come gli economisti cercano di convincere il mondo e la politica che sia di sinistra un sistema di capitalismo laissez-faire. Immagino accada qualcosa di simile per ogni altro argomento. Bisogna usare argomentazioni utopistiche per conquistare; pragmatismo e schiettezza a quanto pare non pagano.

martedì 6 novembre 2007

Le Monde antropologique

Siamo in tanti a pensare che una giornata di ventiquattr’ore non basti e che ci siano sempre troppe cosa da approfondire. Il risultato è che non si dorme, si digerisce male, si finisce per commentare la televisione e si sentono le voci.

Tina Lagostena Bassi è stata un’eroina nella storia del diritto italiano, devo aver visto da qualche parte la registrazione video di un processo per stupro negli anni ’70, e la cultura maschilista nella peggiore accezione del termine che fluiva dalle bocche degli avvocati difensori.

Le voci nella mia testa dicono che un laureando in fisica che volesse interessarsi di problemi socio-politici dovrebbe leggere Le Monde diplomatique piuttosto che guardare Forum di ritorno dall’università. E tuttavia la sessione pomeridiana introdotta da quest’anno viene incontro perfettamente alle esigenze del bamboccione moderno, dimodoché il bacino d’utenza non sia più ristretto alle sole massaie.

Moglie e marito in causa perché quest’ultimo voleva tirar su un autolavaggio sexy benché della ditta fosse proprietario solo al cinquanta per cento. L’esito è scontato: cambiamenti sostanziali nell’amministrazione di un’impresa come quella richiedono il consenso della maggioranza dei soci. Il marito non può fare di testa sua. Il riferimento è a agli articoli di legge il cui contenuto possiamo tutti immaginare anche senza essere degli esperti.

Che c’azzecca
- per usare il lessico di un altro illustre giurista - la mercificazione del corpo della donna? La critica etica, sociologica e persino estetica a certa comunicazione commerciale è nobile e piena di dignità: se fosse trasformata però meccanicamente in legge, tanto per cominciare gran parte degli spot che finanziano quella trasmissione andrebbe messa al bando.

Che c’azzecca - ancora - il libro Cuore e l’identità culturale italiana? Tette e culi sono prerogativa americana più o meno come la violenza contro le donne è prerogativa sarda? In Germania come in Italia impazza la moda del magistrato antropologo?

A nessuno viene in mente che a sentirsi offeso potrebbe essere il potenziale cliente maschio, che si vede trattato come un poveraccio, un fallito, un frustrato.

venerdì 2 novembre 2007

While waiting (?) for a semantic web

Forse in un futuro abbastanza vicino faremo a meno di immagini e blocchi <pre> ... </pre> per scrivere una tablatura, uno spartito, un’equazione, o per immettere del codice sorgente. Non solo esisterà un vocabolario XML per ogni genere d’informazione, ma usarlo sarà cosa di tutti i giorni, esisteranno editor visuali capaci di produrre codice pulito, standard e interoperabile.

Nel frattempo, qualche idea da mettere da parte:


--0--|--0--|--0--|--0--|--0-----------------
5 --2--|--2--|--3--|--3--|--2-----------------
- --2--|--1--|--3--|--3--|--0-----------------
4 --0--|--0--|--2--|--2--|--2-----------------
--2--|--2--|--X--|--X--|--1-----------------
--X--|--0--|--3--|--2--|--?-----------------
Bm74 E76 Gm76 F#75+ Bbdim

Il ciclo armonico si chiude in cinque misure da 5/4, come se all’ultima dominante il pezzo volesse indugiare. Sul bribge sto lavorando, ma mi viene troppo uguale a Seven Days di Sting.