domenica 6 settembre 2009

Debian Lenny su HP/Compaq 615 (Product No. NX556EA) con driver open source per la scheda wi-fi

A quanto sembra non c’è ancora un report di compatibilità per questo portatile su TuxMobil, sempre che non si possano considerare in qualche modo simili i modelli Compaq NX615 e Compaq 610 (ma non ne ho idea).

Il notebook è fornito con sistema operativo FreeDos, che è come dire: macchina nuda; e tutto faceva pensare che gli utenti Linux fossero nel target di questo prodotto. In verità ho avuto dei problemi con una prima installazione di Ubuntu 9.04, che ho risolto cambiando distribuzione e compilando a mano un po’ di driver.

Jaunty Jackalope fornisce i driver propietarî di Broadcom per la scheda wireless. Driver che, dalla mia esperienza, funzionano a singhiozzo: ogni 5-10 minuti bisogna rifare la connessione (WPA, DHCP e tutto) perché quasi certamente si è bloccata... Sotto Ubuntu 9.04 ho riscontrato inoltre un problema audio: il volume è bassissimo e, anche regolando tutto al massimo, si sente qualcosa solo dalle cuffie ma al limite dell’udibilità.

Cerco informazioni in rete e scopro addirittura una partnership Novell/HP per supportare pienamente questo portatile con Suse Enterprise Desktop Edition.

Wow!

Poiché non ho intenzione di sottoscrivere un contratto con Novell solo per ascoltare due mp3, né di installare un sistema operativo “a scadenza”, ho pensato che avrei potuto ottenere buoni risultati con la equivalente distribuzione “Community”, cioè OpenSuSE. Purtroppo l’installazione si interrompe al momento di avviare il server grafico, e si rimane a tu per tu con una shell, ancorché dentro un simpatico framebuffer...

Bah. A questo punto provo a ritornare da mamma Debian, ma con poca fede, sinceramente. E invece scopro con gioia che la scheda audio funziona perfettamente e il volume è giusto, sia da cuffia che da speaker interno.

Ottimo! Però qui il driver per la scheda wireless manca. Mamma Debian non distribuisce la stessa robaccia di Ubuntu. Dal canto suo, il driver open source (b43) non supporta la particolare variante della Broadcom BCM4312 presente nel portatile. Seguendo le indicazioni alla stessa pagina, do il comando:

lspci -vnn | grep 14e4
che restituisce:
14e4:4315
e dalla stessa tabella vedo che il supporto è “in progress”: niente driver stabili, bisogna compilarseli dagli ultimi sorgenti in sviluppo, confidando che fra qualche settimana o al massimo qualche mese questo post non servirà più (ma comunque dovrete compilarvi almeno un kernel stabile recente, perché se aspettate il pacchetto Debian fate prima a usare un bel cavo Ethernet!).

Quasi dimenticavo che avrete anche bisogno del pacchetto Debian b43-fwcutter contenente tutti i firmware, binarî e proprietarî, di cui non si può proprio fare a meno.

Se al riavvio il caricamento del modulo dovesse fallire con un conflitto di simboli, o qualcosa del genere, tornate nella directory coi sorgenti di Linux Wireless e ridate:
make install
make unload
modprobe b43
O, al limite, ricostruite l’initrd...